5 buoni motivi per fare una doccia fredda al mattino

In questo articolo ti spiegheremo i 5 buoni motivi per fare una doccia fredda al mattino, quali sono gli effetti positivi sul nostro corpo e perché dovresti inserirla assolutamente nella tua routine mattutina.

Devi sapere che nella nostra società c’è stata una progressiva perdita di fattori stimolanti naturali come l’esercizio fisico e gli stimoli termici. Proprio su questo secondo punto, gli stimoli termici, ci concentreremo in questo articolo.

Oggi, infatti, evitiamo il più spesso possibile gli stress generati da freddo e caldo, questo comportamento può portare (in abbinamento ad altri comportamenti “non sani”) all’insorgere di malattie degenerative del sistema scheletrico e muscolare, di malattie cardiache e infettive.

Inoltre, è verificato come gli shock termici che subisce il nostro corpo (come la doccia fredda) sono un ottimo strumento per migliorare la resistenza del nostro organismo.

Devo fare una doccia fredda anche se quando mi sveglio ho già freddo?

Ci siamo posti questa domanda perché non è una cosa piacevole da fare (non vogliamo mentirti) e quindi, come tutti, cerchiamo una scappatoia per evitarla.

La verità è che i benefici che, una doccia fredda al mattino, apporta al nostro corpo sono molti di più rispetto al disagio che può crearci.

Non appena inizierai noterai immediatamente un incremento della tua attenzione ed energia durante tutto l’arco della tua giornata, inoltre continua a leggere l’articolo per scoprire i 5 buoni motivi per fare una doccia fredda al mattino.

Vogliamo aiutarti dandoti due piccoli trucchi per superare questo “momento difficile”, il primo è quello di crearti un mental set positivo, per esempio pensa “nulla mi può fermare” aiutandoti anche con della musica energica che ti darà la carica.

Mentre, il secondo è pensato per chi si alza con un gran freddo al mattino: ti suggeriamo di fare un po’ di attività fisica prima di buttarti sotto la doccia o iniziare con un minuto di doccia calda per poi passare a quella fredda.

Quali sono i 5 buoni motivi per fare una doccia fredda al mattino?

Eccoci arrivati al punto centrale del nostro articolo, molti studi hanno affermato che un bagno freddo ha molteplici effetti benefici sulla salute, in particolare agisce su:

  • Sistema immunitario
  • Circolazione cardiovascolare
  • Vitalità

Però siamo curiosi, come te, di capirne di più, quindi abbiamo approfondito ogni singolo aspetto benefico e abbiamo scoperto che sono 5:

Quali sono i 5 buoni motivi per fare una doccia fredda al mattino? | Swiss Natural Med

1. Aumento dei livelli energetici

Le persone che hanno iniziato a fare una doccia fredda al mattino hanno subito notato un aumento, quasi immediato, dei livelli di energia percepiti, in molti ci hanno detto che è come bersi 3 caffè.

Infatti, è stato dimostrato, che lo stress da freddo riduce i livelli di serotonina nella maggior parte delle regioni del cervello e parallelamente aumenta nel sangue i livelli delle endorfine e del cortisolo.

2. Miglioramento dell’umore

Contrariamente a quanto puoi pensare, una doccia fredda porta con sé un forte stress fisiologico benefico per il nostro corpo in quanto ci aiuta a combattere la depressione (cioè un disturbo dell’umore che può manifestarsi modificando emotività e comportamento).

É noto che l’esposizione al freddo attiva il sistema nervoso simpatico e aumenta il livello ematico di beta-endorfina e aumenta anche il rilascio sinaptico di noradrenalina nel cervello.

Devi sapere che la progressione delle malattie degenerative potrebbe essere rallentata o, addirittura, arrestata da un costante esercizio termico come la doccia fredda.

3. Potenziamento del sistema immunitario

Un incredibile studio di PLoS One (nel 2016) ha riportato che, in un gruppo di lavoratori, l’inserimento della doccia fredda nella loro routine ha ridotto del 29% le assenze per malattia.

Pensa che se a questo si aggiunge una costante attività fisica la riduzione per malattia arrivava addirittura al 54%.

4. Aumento del metabolismo

Durante una doccia fredda i tuoi muscoli inizieranno a tremare involontariamente (i famosi brividi), si lo sappiamo non è per nulla piacevole tremare per il freddo.

Però questo è l’espediente che il corpo utilizza per mantenere la sua temperatura, i brividi, nello specifico, generano calore e per farlo consumano calorie e quindi incentivano il metabolismo ad accelerare.

5. Miglioramento della capacità antiossidante e diminuisce l’acido urico

Già negli anni ’90 si è scoperto che la diminuzione dell’acido urico era una diretta conseguenza delle ripetute esposizioni al freddo. Quindi un costante stress termico comporta un adattamento antiossidante del nostro corpo, un meccanismo che mette in pratica come conseguenza e che determina una maggiore resistenza alle malattie.

Ma è giusto farla? Mi sembra una vera tortura!

Come dice il detto, tra dire e il fare c’è di mezzo il mare, o meglio in questo caso una bella doccia fredda! Non ti ho ancora convinto dei benefici di fare una doccia fredda al mattino, vero?

Oltre a tutti i benefici legati alla salute di cui abbiamo già parlato, fare una doccia fredda significa anche acquisire una ferrea autodisciplina.

Noi la vediamo così: se vuoi raggiungere un grande risultato ci saranno momenti piacevoli e altri difficili, tentazioni e sfide, ma siamo sicuri che il risultato che raggiungerai ti ripagherà di tutta la fatica fatta.

Insomma, fare ogni mattina una doccia fredda migliora sicuramente la tua forza di volontà se:

  1. É difficile entrare (altrimenti sarebbe un hobby piacevole non una sfida)
  2. Lo fai appositamente (altrimenti sarebbe veramente una tortura e non un miglioramento personale)

Supera questo ostacolo e inizia il tuo percorso verso il benessere.

Quanto tempo devo stare sotto l’acqua fredda? Esiste un orario ideale per farla?

Ora che hai capito che una doccia fredda al mattino è una cosa assolutamente immancabile per vivere una vita sana, vogliamo darti alcuni suggerimenti per farla al meglio.

Bastano solo 30 secondi! Sembrerebbe che la durata della doccia fredda non influenzi il beneficio che può portare, infatti la risposta fisiologica che da il nostro corpo si manifesta nei primi 30 secondi perché è una risposta neurogenetica e non ormonale.

Il cortisolo (l’ormone dello stress che viene liberato nei momenti di maggior tensione) varia durante tutto l’arco della giornata e la nostra energia varia seguendo proprio questo andamento. Per fornire al nostro corpo l’energia necessaria ti consigliamo di fare una doccia fredda nei primi 30 minuti dopo il risveglio, infatti in questo momento della giornata il cortisolo dovrebbe avere il suo picco massimo.

Molte volte però questo non avviene perché ormai lo stress durante la nostra giornata ha modificato questa “curva”, facendo in modo che il livello di cortisolo resti alto anche a fine giornata.

La doccia fredda al risveglio serve anche a questo, riallineare i livelli di cortisolo con il corretto ritmo sonno-veglia (se vuoi scoprirne di più leggi il nostro articolo: I tuoi ritmi circadiani sono “sballati”?).

Devi sapere che lo stress cronico (dove si registrano livelli costantemente alti di cortisolo la sera), aumenta il rischio di arteriosclerosi legate all’ipertensione e il rischio cardiovascolare oltre a debilitare il tuo sistema immunitario.

In conclusione

Vogliamo concludere questo articolo con una curiosità, nei Paesi Bassi negli ultimi anni c’è stato un aumento di docce fredde. Ti chiederai sicuramente il perché, tutto è dovuto alla popolarità di una tecnica legata alla salute e alla mentalità, caratterizzata dall’esposizione al freddo, ideata da Wim Hof, soprannominato “The Iceman” per la sua capacità di mantenere la temperatura corporea costante in condizioni di freddo estremo.

Metodo Wim Hof | Swiss Natural Med

Questi metodi (metodi Wim Hof) che coinvolgono la concentrazione, la respirazione e l’esposizione al freddo hanno dimostrato di modulare la risposta immunitaria.

Vuoi scoprire di più su questi metodi? Continua a leggere i nostri articoli.


Fonti:

doi: 10.1186 / 1744-9081-3-55

https://doi.org/10.1016/j.mehy.2007.04.052

Nature volume 518, pages 177–178(2015)

Tabella dei Contenuti