aminoacidi essenziali

Offerta!

Bioamin: 200 cps / 270g
Idracell: 60 cps / 27g
Reishi: 60 cps / 33g

120.00CHF

Offerta!

Powerday: polvere / 300g
New Whey 100%: polvere / 700g
Idracell: 60 cps / 27g

115.00CHF

Gli amminoacidi essenziali possono essere considerati come i mattoni delle proteine, visto che, in parole povere, queste non sono altro che una lunga catena di questi particolari composti organici.

Nel nostro corpo sono rintracciabili ben 20 diversi tipi di aminoacidi ma non tutti sono definiti essenziali.

Gli aminoacidi che in qualunque circostanza sono definiti essenziali sono 9, Leucina, Isoleucina, Valina, Istidina, Lisina, Treonina, Metionina, Fenilalanina, Triptofano, il nostro metabolismo di fatto non sarebbe in grado di sopperire alla loro carenza anche in presenza di un eccesso di tutti gli altri elementi essenziali come vitamine e minerali. Inoltre esistono 2 tipologie di aminoacidi definiti semi-essenziali in quanto sintetizzati a partire da fenilalanina e metionina. Seguono poi gli aminoacidi condizionatamente essenziali come l’arginina, la glicina, la glutammina, la prolina, e la taurina. Questi hanno però una caratteristica: in alcune particolari condizioni fisiopatologiche (infezioni, traumi, bambini prematuri, ecc.), richiederebbero quantità maggiori di quelle normalmente prodotte dall’organismo; diventando anch’essi costituenti essenziali. In fine ci sono gli aminoacidi non essenziali che sono alanina, asparagina, aspartato, glutammato, serina.

Un'altra categoria molto conosciuta soprattutto tra gli sportivi è quella composta da aminoacidi ramificati chiamati BCAA in passato venivano utilizzati prima dell’esercizio fisico per contrastare la fatica, aumentare la sintesi proteica al fine di aumentare la massa muscolare. Ma oggi sappiamo che è uno sbaglio introdurre solo tre aminoacidi essenziali per lunghi periodi senza controbilanciarli con gli altri aminoacidi essenziali.

Le proteine sono i principali componenti strutturali e funzionali di tutte le cellule e dei tessuti ed usano gli aminoacidi come fonte di energia. La carenza di aminoacidi essenziali, quindi, può essere molto pericolosa per il nostro organismo, per lo sviluppo del corpo e, in linea generale, per la salute. Se quindi il nostro organismo non è in grado di sintetizzare autonomamente gli aminoacidi essenziali, è fondamentale intraprendere un regime alimentare specifico. 

E anche importante sapere che gli amminoacidi sono classificati in base alla loro struttura.

Come già visto, gli amminoacidi sono i mattoni delle proteine e svolgono diverse funzioni nell'organismo. Esistono 20 diversi amminoacidi essenziali che possono essere utilizzati per creare le proteine e ognuno di essi ha una struttura e una funzione uniche. Ma in ogni caso, tutti gli amminoacidi sono costituiti da un atomo di carbonio centrale, noto anche come carbonio alfa, legato a un atomo di idrogeno, a un gruppo amminico e a un gruppo carbossilico.

Gli alimenti essenziali, che siano acidi grassi o aminoacidi non fa differenza, sono definiti tali perché devono essere assunti in quantità adeguate a permetterci la sopravvivenza. Come dimostrato negli ultimi anni, infatti, le vie di sintesi degli aminoacidi essenziali sono estremamente sottodimensionate. Di conseguenza, il nostro organismo o non li produce o ne produce in quantità insufficienti.

Gli amminoacidi interagiscono tra loro in vari modi, ma l'interazione più importante è la formazione di legami peptidici, che consentono di collegare fra di loro gli aminoacidi per formare le proteine. I legami peptidici si formano quando il gruppo carbossilico di un amminoacido reagisce con il gruppo amminico di un altro amminoacido, liberando una molecola d'acqua.

Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine, per questo motivo le proteine vengono definite essenziali per la struttura e il funzionamento di tutte le cellule del corpo, questo è oramai chiaro. Ma gli aminoacidi sono necessari anche per la produzione di enzimi, ormoni e altre importanti molecole dell’organismo e vengono classificati come essenziali o non essenziali. Gli aminoacidi essenziali non possono essere prodotti dall’organismo o non in quantità sufficiente e devono quindi essere introdotti nel corpo per mezzo di una dieta adeguata. Gli aminoacidi non essenziali, invece, sono prodotti dall’organismo.

Di proteine, il corpo umano non può proprio farne a meno, quindi l’assunzione di aminoacidi essenziali non deve essere trascurata. Qualsiasi operatore sanitario, infatti, consiglierà di assumere una quantità sufficiente di aminoacidi essenziali, che uniti all’esercizio fisico, concorreranno ad uno stato di salute ottimale.

In qualità di elementi costitutivi delle proteine, gli aminoacidi offrono un'ampia gamma di benefici per l'organismo umano, tra cui:

  • Aiutano a costruire e riparare il tessuto muscolare.
  • Sono essenziali per il corretto funzionamento del sistema immunitario.
  • Concorrono alla regolazione del metabolismo.
  • Sono necessari per la produzione di enzimi e ormoni.

Inoltre, l’acido aspartico è l’ aminoacido utilizzato dagli esseri viventi per la sintesi proteica, il processo biochimico con cui le informazioni genetiche vengono convertite in proteine, mentre la fenilalanina sintetizza la tirosina, che funge da precursore dei neurotrasmettitori.

Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine e sono essenziali per la struttura e il funzionamento di tutte le cellule del corpo, ma hanno anche un’altra funzione importante: questi composti, infatti, sono coinvolti in molte reazioni biochimiche e si rivelano necessari per la sintesi di ormoni, enzimi e altre importanti molecole dell'organismo. Nelle proteine sono presenti 20 diversi aminoacidi, ognuno dei quali ha una struttura e una funzione unica.

Nonostante ciò che viene erroneamente divulgato, un integratore a base di aminoacidi essenziali non detiene nessuna responsabilità di danni al fegato, al cuore o ai reni.

Gli aminoacidi sono gli elementi costitutivi delle proteine e possono essere utilizzati in vari modi nell'organismo.

Quindi, a cosa servono?

Ad esempio, sono necessari per la sintesi di enzimi, ormoni e altre importanti molecole. Inoltre,

tutti gli aminoacidi essenziali

sono importanti per la struttura e le funzioni di cellule e tessuti. Gli aminoacidi possono anche essere utilizzati come fonte di energia. In conseguenza di carenza di cibo, il corpo può rompere il tessuto muscolare per rilasciare gli aminoacidi nel flusso sanguigno.

Anche se introduci alimenti ricchi di carboidrati (es. pasta, pane, riso), di proteine (uova, latte, carne, pesce, soia) o di grassi (olio di oliva, burro) anche se ricchi di amido, sale, zuccheri, grassi e tutti gli aminoacidi essenziali, il rapporto vantaggioso tra aminoacidi essenziali e non essenziali non riuscirai ad ottenerlo senza un integratore alimentare a base di aminoacidi essenziali ad alto assorbimento con una forma che permette una maggiore biodisponibilità. Solo con la dieta non è possibile apportare la quantità sufficiente di aminoacidi essenziali in modo da ottenere un rapporto vantaggioso.

Gli aminoacidi, insomma, sono essenziali per la salute umana. Tuttavia, alcuni aminoacidi possono essere pericolosi se non vengono utilizzati correttamente. L'aminoacido più pericoloso è l'omocisteina. Livelli elevati di omocisteina nel sangue, infatti, possono danneggiare i vasi sanguigni e causare malattie cardiache. Inoltre, l'omocisteina può anche danneggiare il cervello e portare alla demenza. Un altro aminoacido considerato pericoloso è la metionina.

Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine. Esistono 20 tipi diversi di aminoacidi che possono essere combinati per formare una proteina. Il tipo di aminoacido determina la funzione della proteina. Gli aminoacidi sono classificati in due gruppi: essenziali e non essenziali. Gli aminoacidi essenziali non possono essere prodotti dall'organismo e devono essere introdotti con la dieta. Gli aminoacidi non essenziali, invece, vengono prodotti dall'organismo.

Chiarita l’importanza degli aminoacidi essenziali, la domanda successiva non può che essere: quando assumerli? Integrare 1-2 grammi di aminoacidi essenziali per Kg corporeo ogni giorno è ritenuta una strategia molto valida. Perché permette di ottenere un rapporto vantaggioso tra aminoacidi non-essenziali, ingeriti attraverso le proteine alimentari, rispetto a quelli essenziali. Questo permette anche a un soggetto sano di aumentare il beneficio in termini di composizione corporea (riducendo il grasso e aumentando i muscoli) e prevenzione verso molte malattie degenerative. Quindi l’integrazione di aminoacidi essenziali non serve ad apportare vantaggi solo agli sportivi, ai vegetariani o ai vegani, ma a intere popolazioni.  Molto spesso ci si chiede quando assumerli, è possibile assumerli a digiuno o arricchendo il proprio pasto quindi durante la colazione, pranzo o cena. Se si vuole sfruttare il miglioramento che apporta alla performance atletica è possibile utilizzarli 30 min. prima dell’attività fisica, così il prodotto a base di amino acidi essenziali aumenta la resistenza alla forza. Un altro modo interessante per utilizzare gli aminoacidi essenziali (azoto organico) è subito dopo l’attività fisica, se si vuole accelerare il recupero, la crescita muscolare o il mantenimento. Nell’ambito sportivo questa è sempre stata ritenuta una parte fondamentale e di grande valore per una strategia vincente.

Inserisci la tua mail e ricevi subito:

10% di sconto esclusivo*

sul tuo primo acquisto

* sconto non cumulabile e a esclusione dei prodotti scontati

Ecco il tuo 10% di sconto sul primo ordine:

SWISS10

Inserisci il codice nel tuo carrello e approfittane subito